Quando si usa la corona d’alloro?

Quando si usa la corona d’alloro?

La corona d’alloro è entrata così stabilmente nelle abitudini dei laureati italiani che… non ci si domanda più quali siano le sue origini e perché si utilizzi in occasione della cerimonia di attribuzione della laurea (noi, in ogni caso, ce lo siamo chiesti qui!).

Tuttavia, questo non significa che non si possa approfondire tale tema e, in particolare, che non si possa cercare di comprendere quando si usa la corona d’alloro, al fine di adottare il giusto galateo nei suoi confronti, ed evitare errori che potrebbero non sfuggire agli occhi di coloro che sono maggiormente attenti all’etichetta.

Per capire quando si usa la corona d’alloro, cerchiamo però di procedere per gradi: da dove ha origine questa usanza? Ed è meglio usare la corona d’alloro prima o dopo la discussione della tesi?

Corona d’alloro: quando si usa e perché si regala

Se ti sei mai domandato per quale motivo si sia soliti regalare una corona d’alloro alla persona che si sta laureando, sappi che per poter ottenere la risposta bisogna andare un po’ indietro nel tempo: l’abitudine di adornare il capo con l’alloro era infatti una tradizione degli antichi Romani, che consideravano l’alloro (o lauro) una pianta consacrata al dio Apollo, a sua volta emblema di saggezza e intelligenza.

Per questo motivo la pianta d’alloro ha finito con l’essere immediatamente ricondotta a simbolo di “onore”, abbellendo il capo di poeti e altre persone ritenute in possesso di un ingegno superiore.

Trasferendo tali concetti ai giorni nostri, non è errato affermare che le moderne persone dotate di maggiore ingegno siano proprio coloro che completano un percorso di studi universitario, e che grazie al loro “sapere” possono dignitosamente ricevere in dono una corona d’alloro che possa premiare i loro sforzi e i loro impegni.

Quando si usa la corona d’alloro: prima o dopo la discussione della tesi?

Ricordato quanto sopra, è più facile comprendere quando si usa la corona d’alloro e, in particolar modo, se sia o meno giusto utilizzarla prima o dopo la discussione della tesi.

In termini strettamente logici, la corona d’alloro dovrebbe essere apposta sul capo dopo la discussione della tesi e dopo l’attribuzione del titolo. Solamente superata la “prova finale”, infatti, il laureato può definirsi tale e, dunque, può affermare di aver concluso il proprio percorso di studi.

Tuttavia, è anche vero che non si commette un grave errore nel consegnare la corona d’alloro ancor prima della discussione della tesi, a patto che – ovviamente – la si utilizzi per le foto di rito solamente dopo tale momento.

Insomma, non esistendo un’etichetta inviolabile in tal senso, si potrà adattare l’abitudine al proprio contesto di riferimento, fermo restando che la logica vuole che si utilizzi la corona d’alloro unicamente quando il proprio “maggior sapere” viene certificato con la positiva discussione della propria tesi.

Se vuoi saperne ancora di più su questo tema, o vuoi una mano per scegliere la tua corona d’alloro, ti invitiamo a contattarci a questi recapiti.

Buon proseguimento!


Leave a comment